Siamo noi che non vogliamo arricchirci

 In tv abbiamo recentemente assistito alle dichiarazioni di una signora dell’alta società. Essa, la indico come si indica un oggetto, visto che sicuramente avrà più plastica siliconata che pelle, addosso, ha affermato che in Italia è pazzo chi si suicida per la crisi. Il lavoro bisogna saperlo trovare e siamo noi a non esserne capaci.

Per questa analisi reddituale e finanziaria, la signora si è guadagnata il titolo onorifico di Economista di Staminchia. Non pensate che io sia volgare, Staminchia è una città slovacca dove si svolgono importanti master in economia. Li hanno frequentati quasi tutti coloro che detengono il potere economico e finanziario in Italia. E si vede, verrebbe da dire. Io lo so, ho studiato, se voi non lo sapete è colpa vostra. In più le hanno dato anche la gran cittadinanza onoraria. Il titolo completo è: Economista di Staminchia, gran slovacca.

Vostre ilarità fuori luogo a parte, la signora ha ragione, siamo un popolo bue, incapace di arricchirsi, io so come fare in poche mosse ad esempio.
1 - contattate una importante società calcistica europea, come la Juventus o il Real Madrid, poi candidatevi alla presidenza della squadra. Particolare di poco conto, dovete prima arrivare essendo già affermati imprenditori, ma questo dovete saperlo da soli, non posso dirvi tutto io.
2 - una volta presidenti, proclamate che volete comprare un fortissimo giocatore, che ci riusciate o meno non importa.
3 - recatevi in un importante studio di analisi finanziaria, uno qualsiasi tra I più quotati, portate con voi tutte le cartelline e I faldoni dove sono elencate tutte le proprietà e il patrimonio della squadra e dell’azienda della quale siete presidenti.
4 - fatevi fare una valutazione finanziaria del tutto. Fate le somme e scoprite a quanto ammonta il complesso dei beni. Una squadra di calcio è quasi impignorabile.
5 - fate amicizia con I vertici di qualche banca importante della zona, non stracciaroli eh? Devono avere filiali in tutta Italia, con cene a base di zoccole e champagne, le zoccole non sono da mangiare, sono da contorno alle cene.
6 - a quel punto presentate la vostra relazione patrimoniale e dite “ecco quanto valiamo, vogliamo altrettanto, cash, dalla tua banca per comprare quel giocatore taldeitali”, avete in un attimo raddoppiato il vostro capitale
7- una volta ottenuto il prestito comprate il giocatore, ma non rifondete il denaro e pagate lo stesso giocatore con rate dilatate, non ridando I soldi alla banca. Potete rifarvi col marketing e con I proventi dello stadio e rifondere peggio che se fosse un mutuo quarantennale. Ovviamente non deve importarvi se per un poveraccio, cliente della stessa banca, sarà complicato ottenere due lire per comprarsi un monolocale.
8- cospargete tutto di abbondante colla vinilica, scusate, ma una citazione di Muciaccia/Fiorello di Art Attack, mi è scappata.
9 - avete il vostro capitale di partenza, avete il giocatore, avete I soldi non restituiti nè dati per intero per comprare il calciatore. Avete un nome e la tifoseria vi vuol bene pensando alla vostra generosità. Vi siete appena costruiti il vostro capitale fatto in casa. Facile no?

Per quanto mi riguarda io ho già iniziato il percorso, ho telefonato alla sede del Real Madrid e gli ho spiegato le mie intenzioni. Dall’altro lato una voce mi ha risposto: “tu es loco!”. Sicuramente in spagnolo significa: “recati immediatamente qui, in loco appunto, ti aspettiamo interessati”. Ricchezza, arrivo!!
Ultima considerazione, la storia è parzialmente inventata, la parte del metodo per comprare il giocatore, potrebbe anche essere vera. Potrebbe.

Photos by Deviantart

Powered by Blogger.