Confini di direzione









Ci sono curve che dovrebbero condurre da qualche arte
non avere una direzione, ma una ispirazione.
Strade che conducono a un’idea.
Pensavo di percorrere una via.
La linea che accarezza la tua schiena, mi ha dato la visione di un inchiostro
che traccia indecenze bellissime, a mezza luce.
Pensavo di appartenere ad altri giorni
ora li lascio, come monete, sul tavolo da cucina. Per guadagnare nuovi giorni, del nostro esserci.
Che spero non intuiscano mai confine.



Powered by Blogger.