Di rose d'inverno e fantasmi

Sono i fantasmi, non c'è altra spiegazione. Se sulla tua strada incontri qualcuno che ti dice che non sei pazzo a coltivare sogni controvento, sono i fantasmi, sono i fantasmi ad aver capito che due persone sole non avrebbero desolato insieme, ci sono fiori che nascono in tempo, diventano piante attecchite, salde, con frutti, che nella vita umana sarebbero figli. E ci sono anime destinate a creare rose d'inverno. Come quelle che crescevano nel mio giardino, bellissime, nella loro imperfezione, incantevoli nel loro arrampicarsi alla resistenza al tempo, nonostante tutto gli fosse contro, temperature inadeguate, freddo, e poco fascino di un'estate lontana. Esistono vite così, elette alla resistenza, che tengono saldo il poco che hanno, non perdendo di vista il nuovo che hanno. E provano a coltivare sogni controvento. L'assurdità è che il tempo gli dà ragione, che nel buio trovano il conforto di una strana sensazione di essere sulla strada giusta. Una mancanza di disperazione che potrebbe chiamarsi coscienza della galleria, la consapevolezza che in un percorso che sembra buio, c'è un'uscita, deve esserci, è che non si intuisce quando, ma il dove sì. La classica frase "che stupidi a non averci pensato prima". Sono i fantasmi ad anticipare i tempi, a dire "vedi che si poteva fare?". A farti incontrare persone serie, che potrebbero credere in te. Oppure se siamo noi, se davvero è la nostra tenacia a non essere eterea, ci deve essere un punto d'incontro, tra un proprio traguardo e tutto quello che abbiamo sputato per ottenerlo. E che sputeremo, perchè se abbiamo vite aggrappate come rose d'inverno, storte e resistenti, ebbene c'è bisogno di tanta manutenzione, di richiamarci mille volte all'attenzione. Quando si vince con una vita storta, è difficile resistere, e arrivare è più distorto. Forse non sono i fantasmi a guidarci sulla strada giusta. Però è bello pensarlo, che una strada ci venga indicata, che nei limiti di una vita con margini di crudeltà inimmaginabile, qualcuno, con più o meno possibilità, si aggrappi al suo traguardo da raggiungere, come una rosa d'inverno. E resista, finchè gli è consentito.

Powered by Blogger.