Spreco delle mie brame

Sento sempre dire la stessa litania da molti: “il mondo va a rotoli, ma noi che possiamo farci?”. Vero, su tante cose, non siamo responsabili del tracollo, ma sempre qualche banca o Multinazionale.
In questo supermercato dell’orrida catastrofe, anche noi però ci mettiamo del nostro. Non oso pensare se decidessero di fare uno studio così dettagliato in Italia. Negli USA sono venute fuori cifre sconcertanti. Hanno pubblicato in quali inutilità i “mericani”, sprecano più di un milione di dollari pro-capite l’anno. Roba da giudicare i politici italiani fregoni, delle mammolette.
Un miliardo di dollari per tatuaggi, un miliardo per la tassidermia, svenite pure se volete, spendono tanto per imbalsamare animali. Quaranta miliardi per la cura dei giardini, cinque, dicasi cinque miliardi per suonerie di telefonino. Il colmo lo si raggiunge con la perfida merendina Twinky, “celebre per non ammuffire mai ed essere evitata con cura anche dai topi”, così disse Vittorio Zucconi, nel suo editoriale sulle allegre spese a stelle e strisce. Tre miliardi annui in cioccolato. La cifra complessiva è tre volte superiore al già orrifico deficit italiano di bilancio. Undicimilamiliardididollari. Detto tutto insieme fa meno impressione.
Voi direte, “io che c’entro?”. Non siamo mica negli USA. No, vero. A parte che se vogliamo proprio dirla tutta, possiamo cominciare a vergognarci per altro. Siamo il primo paese al mondo, che fornisce clienti per turismo sessuale a minori. Abbiamo superato anche gli USA. Da andarne fieri. Ma quella è un’altra storia, come diceva l’oste del film “Irma la dolce”.
Anche noi come sprechi non siamo da meno. È stato calcolato solo ciò che buttiamo come scorte da mangiare. Incidiamo per il quaranta per cento dello spreco totale. Significa che poco meno della metà del cibo che si butta nel tricolore, viene dal nostro frigo. Vero è che il milione di dollari per imbalsamare gli animali, potrebbe essere impiegato imbalsamando coloro che lo fanno, ma anche noi, a spreco, non scherziamo. Sicuri sicuri sicuri, che non possiamo fare proprio niente per questo mondo malato?

Powered by Blogger.