la saggezza di mankopocazz




Almeno una volta nella vita vi sarete trovati in alcune spiacevoli situazioni. Ad esempio quando vi chiedono di fare un lavoro, di buttare giù qualcosa da far vedere, per un progetto dove si prevedono fiumi di denaro, vi chiedono il lavoro in anticipo, voi sgobbate come Kunta Kinte in "radici", e poi una volta consegnato tutto, vi sentite dire "poi ti pago eh?". Sarete scheletri e ancora non avete visto il denaro, oppure quando qualcuno viene da voi disperato, dicendovi che ha bisogno di soldi, un piccolo prestito. Voi avete una discreta collezione di pezze al culo ma non sapete rifiutare, poi lo trovate in un negozio di elettronica a comprarsi l'ultimo Ipad, facendo finta di non conoscervi. Altro esempio, classico invito a cena del cognato che ammorba tutta la serata con la sua operazione alla cistifellea e le disgrazie patologiche che lo affliggono, nella sua casa da venti stanze, sette domestiche e tre cani che gli fanno anche da enciclopedia. Sono tutti frangenti nei quali vorremmo rifiutare cortesemente, ma non ne siamo capaci. A soccorrerci è una comunità di Monaci, che vive nel profondo Oriente, nella regione di Mankopocazz. I monaci hanno risolto brillantemente tutti i problemi che la gente comune ha nel declinare le richieste perniciose e gli inviti-trappola. Ha ideato una parola multiuso, concettualmente aperta e conciliatoria. La parola è Staminchia. Staminchia proviene dalla composizione di due parole del dialetto di Mankopocazz. Che si sono fuse in una crasi. Al momento di pronunciarla, la frase va accompagnata dal gesto. Si indica la zona pelvica, solitamente sede delle emozioni più profonde e del desiderio di pace. La parola Staminchia, significa in antico linguaggio: "scusami mio buon essere umano che a me ti appropinqui, mi duole dal profondo del cuore non poter soddisfare la tua giusta e rituale richiesta, ma in questo momento gli dei mi sono avversi, e so che tu, nella tua infinita sete di comprensione, capirai il mio cruccio, unito al desiderio che tu sia ugualmente lieto di avermi nella tua vita". Questa perla di saggezza orientale sembra che nel corso dei secoli, abbia contribuito a dirimere molte controversie, e ad evitare lunghi e tediosi accolli di impegni indesiderati. Leggenda narra che la saggezza di Mankopocazz, si diffonderà nel mondo, e tutti, con gioia e letizia, alla prossima domanda inopportuna, pronunceremo il loro augurio pieno di Karma. Staminchia. A me e a Voi.

Powered by Blogger.