Luoghi comuni



Il luogo comune è il posto più frequentato di tutti, forse perchè si trova in una via facilmente accessibile. Via della Banalità. I circoli che si trovano nel luogo comune sono facili da frequentare. E così molti preferiscono dire che i giovani sono senza speranza e senza impegno. Forse lo sperano. Perchè sperano che il mondo di ognuno si fermi a quattro pareti. Casa, chiesa, massima aspirazione il centro commerciale. Chiunque provi a capire e a collegare davvero la spina alla realtà è un novello Ulisse di Dante. Un rinnegato che prova a passare le colonne d'Ercole. Ho visto giovani cantare Gaber. Ho visto uomini commuoversi di fronte all'impegno civico di altri uomini. Quello che ho visto con occhi che non mentono mai. Fotografi che leggono le emozioni e non le rubano, anzi. Te le restituiscono e tu capisci per immagini che c'eri, eri in un momento importante in cui stavi lottando per qualcosa di giusto. Nel luogo comune non si trova questo. Forse trovi al massimo emozioni di seconda mano e aggressività gratuita. Poco incline a capire che cosa c'è oltre il portone chiuso. Nel luogo comune si fanno promesse e proclami. E citazioni dotte radical chic. Il luogo comune è un posto molto pulito, a volte ci trovi mostre e eventi culturali in cui devi essere vestito bene. La cultura che si arrotola e che non viene elargita. Nel luogo comune fa chic un film di "quel regista tanto bravo". Poi è una cagata immensa, ma non lo si può dire, altrimenti che figura si fa con le altre scimmie imbellettate. Invece a volte è molto meglio un film assolutamente anonimo, che sembra una commedia semplice, invece educa alla tolleranza, al superamento delle apparenze e racconta di un uomo che scende dal piedistallo e impara a sporcarsi le mani con gli umili, grazie a un prete che tutto sembra, fuorchè un prete. Alle volte, così, ci si lascia qualcosa dentro. Nella preistoria la chiamavano emozione. Ora non so. Ps. Il film è "se Dio vuole". Forse banale. Ma ogni tanto se ne hanno le palle piene di emozioni sezionate di cervello. Senza vene gonfie di fatica.

Powered by Blogger.