Io e te





Guarda dritto, una strada senza occhi
Lei non guarda e non ti risparmia
Non carezza e non ti consola
Che da sempre ti lascia sola

Guarda i profughi di domani
Mentre scappiamo dall’oggi
Spegniamo cuori e immagini
In pagine di nulla e finte vergini

Non sento, non sento più un suono
Non sento, solo rumore
Rumore di tuono, onda di dolore
Che ormai sa di buono

Non credo, non credo ad un dio
Non credo ai suoi occhi
Più cattivi dei peccati che perdona
Fatto per gente dalla bocca buona

Guarda dritto, una strada senza perchè
Senza nessuno che li spiegherà
Guarda a chi non fa la carità
Oltre questa miseria
Forse trovi
Una mano tesa trovi
Forse trovi quel perchè
Racchiuso nelle parole “io e te”.

Powered by Blogger.