Stiddi e Acqua



Stì vrazza ca mi strincinu
mi ricinu senza parrari ca tu ci sì
ferite e lacrimi ca addiventanu zuccaru
ittatu supra a tò strata cà mi fa turnari a casa
stì lentiggini ca mi fannu perdiri
stiddi supra a nà pieddi ca mi pari cielu
cù ttia è paci e passioni
attrovu malatia ca fa sulu buonu
attrovu radici ca mi strincinu cori
ca iu radici un n'aveva misi mai
Sì anima sicula nata pì sbagliu
rintra all'acqua ca pari mari senza sali


Queste braccia che mi stringono
mi dicono senza parlare che tu ci sei
ferite e lacrime che diventano zucchero
buttato lungo la strada che mi porta a casa
queste lentiggini che mi fanno perdere
stelle sopra una pelle che mi sembra cielo
con te è pace e passione
trovo malattia che fa solo bene
trovo radici che mi stringono il cuore
che io radici non ne avevo messe mai
sei anima sicula nata per sbaglio
in acqua che pare mare senza sale


Powered by Blogger.