Voglio il tuo bene




Mi è stato detto che "ti voglio bene", significa "voglio il tuo bene". Volere il bene di qualcuno è diventata merce rara, se mai lo è stata. Significa essere felici con quella punta di malinconia, se chi abbiamo amato è felice con qualcun altro. Questa è un'epoca di possesso puro. E basta vedere quante bestialità vengono etichettate con la parola "passionale", quando sono solo orrori.
La foto in questione dimostra un teorema di cui abbiamo bisogno, è ancora possibile volere il bene a prescindere. In Ohio una ragazza, Brittany, si sta sposando.
Suo padre, Todd Bachman, la sta accompagnando all'altare. Solo che Brittany non è vissuta solo col padre. Lui e la madre hanno divorziato e lei ha vissuto col patrigno, che per tanti anni l'ha allevata e cresciuta. Anche il patrigno si chiama Todd, Todd Cendrosky.
Mentre il padre sta camminando verso l'altare, ferma il tutto. Torna indietro, prende per mano il patrigno e gli dice: "ora tocca anche a te, hai lavorato sodo anche tu". E insieme la portano all'altare. Saltiamo tutte le retoriche, ecco come dire "ti voglio bene". Voglio il tuo bene.

Powered by Blogger.