Il picchiatore e l'artista



Questa foto è eloquente, ma non solo per chi si intende di calcio. In questa foto c'è un concentrato del senso di squadra. Del darsi una mano. Da un lato Roy Keane, un picchiatore, uno che non le manda a dire, uno cresciuto nella teppa e fiero di esserlo. Dall'altro David Beckham, fantasista, ala destra. Non un campione di valore assoluto come lo potevano essere Maradona o Baggio e via elencando. Ma un giocatore talentuoso. Dietro di loro Ryan Giggs, altro giocatore talentuoso e uomo-squadra. Insieme fecero grande il Manchester United. Questa foto non parla di calcio e basta. Ma è il succo dell'esserci con tutte le proprie forze. Siamo incompleti, tutti. Non sappiamo bastare completamente a noi stessi, nei percorsi della vita possiamo essere picchiatori e sentirci dire che serve talento, oppure viceversa. Per questo è importante imparare a fidarsi, fidarsi di chi ha quella tesserina di mosaico che a te manca, fidarsi di chi ad un certo punto sa che come te non ha nulla da perdere, perchè tutto deve ancora giocarsi. Fidarsi, perchè il bene chiama il bene. Proprio così, spendendosi non ci si spreca, forse a volte si trova il pugnalatore, il profittatore, ma sono fatemorgane. E nessuno che arriva dopo deve pagare. Altrimenti un picchiatore non incontrerà mai un fantasista, altrimenti ognuno sbatterà sul proprio muro personale, senza sorriso, in un buio di catrame. Fidatevi dei picchiatori e dei fantasisti, insieme fanno miracoli. E ognuno ha la tesserina che può mancare all'altro.

Powered by Blogger.