La morale del calcio




Albert Camus, premio Nobel per la letteratura ed esistenzialista, prima di sviluppare il suo talento letterario, amava moltissimo il calcio. Era franco-algerino, come Zidane. Ma a differenza sua non fece la stessa carriera. Amava fare il portiere ed era anche discretamente portato. Ma fu la tubercolosi a fermarlo. A diciotto anni. Due bellissime frasi sul calcio metafora di vita sono sue, una sugli uomini: "ho imparato dal calcio che la gente, come la palla, non va mai nella direzione che si desidera" e un'altra molto tagliente e vera: "tutto quello che so della morale, l'ho imparato dal calcio". Chissà cosa ne pensano nei salotti buoni. Così distanti dagli sport da strada, che in Brasile, ad esempio, hanno molti più neri. I bianchi fanno molto più sport d'elite. Come scrisse Galeano.

Powered by Blogger.