L'ingranaggio





Vedrai che lo trovo
Sono sicuro che è qui, lo avevi messo qui.
Tra quelle dita che stringevano
E ancora dovevi aprire gli occhi
Vedrai che è qui, tra la tua prima paura
E quegli animali che ti facevano le feste
E quelle bestie che non voglio che ti si avvicinino
Vedrai, lo avevo visto, era qui
Tra i tuoi giocattoli e i tuoi occhi che giocano
A decifrare una vita che a volte nuota veloce
Più di me e te, hai voglia ad allenarti
Vedrai, era fra il sale che hai mangiato
E quello che hai avuto sulla pelle
Nel tuo primo bagno al mare
Io l’ho intravisto, bloccato tra chi ti ha lasciato
Incastrato tra tutto quello che non ti molla e fa male
Adesso lasciami cercare
Quell’ingranaggio che riporta il sorriso
Quell’interruttore che in mezzo a tempi scuri
Riaccende il sorriso di una birra da bere
Come un vetro che incastra falene di paura
Lo trovo, dammi il tempo e te lo restituisco
Così poi tu mi aiuti a cercare il mio.

Powered by Blogger.