La sconfitta del tempo che passa




Si avvicinò mentre leggeva un libro. Il sole picchiava. L'ombra lunga. Denotava quella crescita del tempo che passa, l'ombra era la meridiana del suo diventare uomo. Si sedette e sparò la sua domanda.
- Papà cos'è una sconfitta?
- Non sai cosa è come significato?
- No vorrei proprio capire, di preciso quando qualcuno si dice sconfitto?
- Quando si sente tale, tu ti senti sconfitto adesso, per qualcosa?
- No, e tu papà?
- No, ma credo di stare ancora combattendo.
- Il contrario di sconfitta è vittoria?
- Sì, anche se spesso, ormai di questi tempi, il contrario è resistenza. O meglio, resilienza.
- Cosa è?
- Un modo di affrontare le cose che non vanno, cercando di non abbattersi, ma di fare tesoro di quello che succede. Ecco, se uno viene sconfitto, sarebbe meglio che fosse resiliente.
- Si ma fammi qualche esempio di sconfitta.
- Sono tanti, può essere sportiva, come a calcio, perdi una partita, la peggiore in quel caso è quando sei ad un passo dalla vittoria finale. Lì fa malissimo. Può essere di vita, se non riesci a fare bene il tuo lavoro, se magari è il lavoro che decide di chiamarsi fuori. Poi quelle di sentimenti, una storia che non va, un amico che non chiama più.
- A te è successo tutto questo, papà?
- Sì.
- E sei ancora triste?
- No perchè dopo quelle sconfitte sono arrivate altre cose, amici, chi mi ama e perchè no? Altre partite da vincere con i piedi a tombino che mi ritrovo. Quanto al resto, ecco, si continua a combattere. Resistenza, o resilienza, come preferisci.
- Che è il contrario di sconfitta.
- Per ora lo è.
- Ma allora la sconfitta è brutta, almeno quando si prova lì, che ti è successa.
- Non sempre sai? A volte esiste una sconfitta bellissima, la più bella di tutte. Anzi due.
- Quali?
- Una è arrendersi. Alle persone che vuoi bene, smetterla di non fidarti.
- E l'altra?
- Quando mi hai battuto nella gara di nuoto che abbiamo fatto poco fa, adesso sei più veloce di me. Quella sconfitta si chiama in un modo bellissimo.
- Come Papà?
- La sconfitta del tempo che passa, come è giusto che sia.

Powered by Blogger.